La XXII edizione del Vicenza Jazz Festival rivive nelle foto d'arte di Pino Ninfa, che con i suoi scatti ha immortalato tutti i momenti più emozionanti del festival, portandoli alla memoria eterna delle immagini. 

Pino Ninfa, catanese di origine, all’età di 17 anni è partito alla volta di Milano dove ha iniziato la sua carriera. Da diversi anni sviluppa progetti sul territorio nazionale e internazionale legati al reportage e allo spettacolo, che esprimono al meglio la duplice anima del suo lavoro fotografico, fondato primariamente sull’interesse per la musica e per il sociale.

Il mondo del sociale lo ha visto protagonista in diverse missioni in tutto il mondo per la salvaguardia dell’ambiente e per il miglioramento delle condizioni di vita degli svantaggiati. Attraverso il suo lavoro ha avuto l’opportunità di collaborare per la realizzazione di campagne e progetti solidali assieme a partner del calibro di Porsche Italia, ONG fra cui Emergency, Amani, CBM Italia e Cesvi e molti altri.

In campo musicale da diversi anni fotografa i festival di musica più importanti nel territorio nazionale e sviluppa progetti personali con alcuni tra i più famosi musicisti jazz del panorama italiano, tra cui Paolo Fresu,Franco D’Andrea, Stefano Bollani, Enrico Pierannunzi, Danilo Rea, Enrico Intra, Pietro Tomolo, Rita Marcotulli e Gavino Murgia, Luciano Biondini, e altri ancora con i quali da anni porta avanti progetti multimediali con l’incontro tra musica e fotografia. È stato anche il fotografo ufficiale della filiale italiana del Blue Note dalla sua apertura fino al 2004.

Pino Ninfa è impegnato da anni in workshop in Italia e all’estero e con mostre personali in diversi musei, sempre con un'interesse speciale per il Jazz, la sua grande passione, al quale ha anche dedicato una retrospettiva, ospitata nel 2013 al Palazzo Ducale di Genova. 


Rivivi tutte le emozioni del Vicenza Jazz Festival con le foto di Pino Ninfa

Scopri di più sul mondo artistico di Pino Ninfa