Il batterista vicentino Mauro Beggio ritorna al Vicenza Jazz dopo la scorsa edizione, nel 2015, questa volta in compagnia di Rob Bonisolo e Marc Abrams.

Riccardo Brazzale, il direttore artistico di Vicenza Jazz, lo definisce un talento innato, capace di un’autentica musicalità.

Riccardo nasce a Valdagno nel 1970. Inizia a studiare la batteria alla sola età di 13 anni. Nel 1986 durante il seminario "Siena Jazz", ha il piacere di conoscere e collaborare con Enrico Rava, con il quale si esibisce in importanti jazz festival e incide il suo primo disco, “Animals”.

Nella sua carriera ha avuto modo di fare parte, a periodi alterni, di diverse formazioni come: Enrico Rava Quartet, Lydian Sound Orchestra, Enrico Pieranunzi Trio.

In qualità di sideman ha invece collaborato con moltissimi artisti della scena internazionale. Per citarne alcuni: Franco D’Andrea, Massimo Urbani, Furio di Castri, Pietro Toniolo, Paolo Birro, Battista Lena, Enzo Pietropaoli, Piero Leveratto, Mauro Negri, tra gli italiani.

Tra gli artisti stranieri citiamo: Toots Thielemans, Lee Konitz, Garrison Fewell, Cameron Brown, John Mosca, Harvie Swartz, Sheila Jordan, Paul Bley, Johnny Griffin, Don Friedman e molti altri.

Numerosi sono i Jazz festival a cui Mauro Beggio ha preso parte, come:

Umbria Jazz, Festival di Palermo, Jazz Italia a Verona, Valtellina JazzFestival, Siena Jazz, Malta Jazz Festival, Plaza Jazz Festival, Darmstadt Jazz Festival, Jazz Kartell Festival Ulm, Festival Internationalde Jazz Luasanne, solo per citarne alcuni.

Dal 2013 Mauro insegna nei corsi di alta formazione della “Siena Jazz University”. ?