Il giovane contrabbassista e compositore pugliese, Matteo Bortone, torna sul palco del Vicenza Jazz dove, anche nel 2013, ha suonato con il “Lanzoni Trio” (Alessandro Lanzoni al piano, Matteo Bortone al contrabbasso , Enrico Morello alla batteria).

L’artista, nasce ad Otranto nel 1982. Inizia a suonare il pianoforte all’età di otto anni, qualche anno dopo si avvicina alla chitarra e al basso elettrico per poi passare al contrabbasso.

Studia al “Conservatorio Nazionale Superiore” di Parigi, dove ottiene  un Master in “Jazz e musiche improvvisate”. In Francia, oltre ad affinare il suo percorso musicale che va dal pianoforte, alla chitarra, al basso elettrico ed al contrabbasso, ha l'opportunità di suonare con diverse formazioni con le quali ha vinto nel 2008 il primo premio nei concorsi REZZO (Jazz à Vienne) e Les Trophées du Sunside.

Tornato in Italia, insieme al suo gruppo franco/italiano, i “Traveleres (Antonin-Tri Hoang, Francesco Diodati, Ariel Tessier), pubblica l'album omonimo che viene considerato dalla rivista Jazzit una delle migliori uscite discografiche del 2013. Due anni dopo, Puglia Sounds ha accolto positivamente e sostenuto il loro secondo disco "Time Images".

Lo stile eclettico di Bortone, che suona stabilmente in diverse bands italiane e francesi, lo ha portato a collaborare con due leggende del jazz italiano come Franco D'Andrea e Gianluigi Trovesi, con Leon Parker (Inception Trio), Thomas Enhco, Sofia Ribeiro, Anne Ducros, Ben Wendel, Tigran Hamasyan, Laurent Coq e Ralph Alessi.