È paragonato a Bill Evans e a Keith Jarrett ma il confronto non gli piace. Stiamo parlando dell’inconfondibile pianista Jazz Brad Mehldau che, dopo le precedenti edizioni del 2002 e del 2006, ritorna al Vicenza Jazz con il suo trio per cui principalmente è conosciuto: il “Brad Mehldau Trio”, composto da Larry Grenadier al basso e da Jeff Ballard alla batteria.

Brad, nasce a Jacksonville il 23 agosto 1970. Con una formazione classica alle spalle, si avvicina presto al jazz studiando con i pianisti Fred Hersch, Kenny Werner e con il batterista Jimmy Cobb, con il quale Brad suona nella sua band.

Si impone nella scena jazzistica negli anni novanta e, nel 1994, forma un trio sulla scia di Bill Evans. L’anno dopo, registra il suo primo album “Introducing”.  Nel 1999 incide l’album solista “Elegiac Cycle”, disco in cui la formazione classica dell’artista si fa parecchio sentire. Nel 2004, arriva il disco solista “Live in Tokyo” e in quello stesso anno la rivista statunitense “Down Beat” lo premia miglior pianista jazz dell’anno.

Il suo particolare stile è influenzato oltre dai già citati Bill Evans e Keith Jarrett, anche dagli artisti: Miles Davis, Larry Goldings, Jesse Davis, David Sanchez e Kurt Rosenwinkel.

Tra le collaborazioni dell’artista, si annoverano, tra i tanti, Mark Turner, Charlie Haden, Peter Bernstein, Joshua Redman, Kurt Rosenwinkel.