Tommy Smith lo definisce impressionante e dinamico. Ebbene sì: a chiudere ufficialmente il Vicenza Jazz al Bar Borsa, sarà il trombettista Alessandro Presti, con il suo quintetto formato da Daniele Tittarelli al sax, Alessandro Lanzoni al piano, Gabriele Evangelista al basso e Francesco Ciniglio alla batteria.

Alessandro Presti, nasce a Messina nel 1988.  Comincia a studiare la tromba all’età di cinque anni, si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio di Messina e, successivamente, ottiene la specializzazione presso la fondazione “Siena Jazz”.

Nonostante la giovane età, Alessandro può già vantare una serie di interessanti collaborazioni con artisti quali, Massimo Moriconi, Paolino Dalla Porta, Mario Biondi, Orazio Maugeri, Marcello Pellitteri, Fabio Zeppetella, Ellade Bandini e gli statunitensi Eddie Gomez e Nasheet Waits.

Il suo futuro professionale promette bene. L’artista ha, infatti, già ricevuto svariati premi e nomine a concorsi. Nel 2010 vince il terzo premio al “Vittoria Jazz Award”, concorso per solisti jazz, mentre nel 2011 vince al concorso “Chicco Bettinardi” il premio della critica “Yamaha”. Nel 2014, invece, si aggiudica il secondo posto al “Massimo Urbani” e, contemporaneamente, vince anche il “Premio della Critica e quello del Pubblico”.